TIM sotto attacco hacker: Rubati dati di alcuni clienti

TIM, uno dei più famosi operatori italiani di telefonia fissa e mobile, dopo i recenti controlli di sicurezza effettuati nel loro sistemati, si è accorta che ci sono state delle attività anomale da parte di soggetti sconosciuti e queste attività svolte all’interno del loro sistema potrebbero aver portato i malintenzionati ad ottenere le credenziali di accesso utilizzate dagli utenti per l’accesso al servizio MyTIM. Perciò al prossimo accesso sull’applicazione MyTIM è possibile visualizzare un annuncio che obbligherà l’utente a cambiare la sua attuale password, in quanto in seguito al furto subito, numerosi dati di accesso di molti account sono stati disabilitati in via precauzionale così da evitare ulteriori problemi.

In questo anno stiamo sentendo parlare sempre più di problematiche simili, come attacchi hacker a diverse aziende anche sanitarie, oppure furto di dati (data breach)e altro, in questi giorni anche TIM è stata vittima di un importante data breach del quale non abbiamo ancora informazioni su come è potuto avvenire e ne quale è stata la portata effettiva dell’attacco, dunque se ha colpito tutta l’utenza TIM oppure solo una parte limitata di utenti, l’unica certezza fino ad ora comunicata da TIM è che, i dati relativi ai pagamenti non sono stati toccati, comunque per tutti gli utenti è consigliato seguire i consigli che TIM ha rilasciato relativamente all’accaduto:

“Riteniamo opportuno raccomandarti di non utilizzare più la vecchia password, né una simile, nonché di modificare la password utilizzata per l’accesso a qualsiasi altro servizio online, qualora coincidente o simile a quella precedentemente utilizzata su MyTIM. Con l’occasione ti ricordiamo, quali misure idonee a prevenire abusi o frodi, di custodire accuratamente e non divulgare mai sul web le credenziali di autenticazioni a portali o sistemi, utilizzare password strutturate (es. composte da numeri, lettere maiuscole e minuscole, caratteri speciali) da cambiare periodicamente, di fare attenzione ad azioni di phishing, di aggiornare periodicamente il software sul tuo PC e cellulare e di utilizzare un Antivirus”.

In breve, se utilizzate la stessa password per l’account MyTIM e per altri servizi esterni (che non bisogna mai fare) è vivamente consigliato cambiare la password anche per gli altri servizi, visto che non si può sapere quali saranno le future intenzioni di chi ha eseguito il data breach e visto che i dati rubati potrebbero essere anche utilizzati per provare ad eseguire il login anche su altre piattaforme o servizi e nel caso di una corrispondenza, cosi che i malintenzionati riuscirebbero ad avere il controllo del vostro account associato a questi altri servizi.

Come consigli di chiusura, vogliamo sottolineare che non dovete mai utilizzare la stessa password per più account o comunque una password troppo simile, inoltre (anche se in questo caso di TIM il furto di credenziali non è colpa vostra e qualsiasi password avevate non cambiava la possibilità di rubarvi i dati) quando scegliete la password cercate sempre di seguire i consigli indicati, scegliendo come vostra password una parola abbastanza lunga che contenga lettere maiuscole, minuscole, numeri e caratteri speciali se consentiti.

TIM
Total
0
Shares