Recensione Wiko Power U20: autonomia al Top!

10 Dicembre 2021

Grazie a Wiko abbiamo avuto la possibilità di provare il loro nuovo Wiko Power U20, un battery-phone di fascia bassa ma con il punto di forza nell’autonomia. Spesso sentiamo dire:”io il cellulare lo uso per Whatsapp e per le chiamate”, bene, di queste persone ad oggi è veramente ricco il mercato, non gli interessano i sociale, fotocamere ultra o altro ancora, vogliono semplicemente chattare e poter chiamare per più tempo possibile. Questo smartphone di Wiko è dedicato a questi utenti, conosciamone i dettagli in questa recensione. Nella confezione troviamo lo smartphone, una cover in silicone, delle cuffie di qualità un po’ scadente, manuali d’istruzione, un adattatore e un cavo micro-USB per la ricarica. La dotazione è molto più completa rispetto a dei device con un prezzo nettamente superiore.

Il design della parte frontale è un po’ anonimo e le cornici soprattutto nella parte superiore e inferiore sono spesse. Guardandolo sul retro le cose cambiano poiché abbiamo una backcover, sì in plastica, ma molto particolare ed elegante, mi è piaciuta molto. Gli assemblaggi sono ottimi, resistenti e privi di qualsiasi scricchiolio e non danno la sensazione di avere tra le mani un smartphone così economico.

Il display è un classico LCD IPS HD+ da 6,82” con frequenza di aggiornamento a 60 Hz in formato 20:5:9 e una luminosità di circa 400 nits. I colori sono naturali non slavati, gli angoli di visione discreti e sotto la luce diretta del sole si vede abbastanza bene nonostante la luminosità non propriamente elevata. Tutto sommato considerando sempre il prezzo è un buon pannello, piacevole da guardare ma nulla di eclatante. L’audio ha un volume elevato che non mi aspettavo onestamente ma la qualità lascia un po’ a desiderare: le frequenze si mescolano fra loro creando un po’ di confusione ma assolutamente nulla di grave comunque. È presente il jack delle cuffie da 3,5mm e l’audio in cuffia è abbastanza buono anche tramite Bluetooth.

Wiko Power U20 è dotato di una fotocamera principale da 13MP che lavora in combinazione ad una 2MP per creare un effetto sfocatura uniforme, e poi c’è un altro sensore complementare con tecnologia AI che rileva la luce ambientale per migliorare le immagini e riconoscere i soggetti inquadrati. Le foto con buona luce sono bilanciate e con un buon livello di dettaglio, ma appena la situazione diventa un po’ più difficile da gestire, la scena risulta molto rumorosa sui soggetti secondari e i colori un pò slavati. Su i telefoni di fascia bassa si sa che le fotocamere non sono mai il punto forte e sicuramente questo Wiko U20 è uno di quelli. Non è un telefono adatto per chi vuole scattare foto di ottima qualità in ogni situazione. Stesso discorso vale per i video. L’audio catturato dai microfoni non è molto pulito ma comunque più che sufficiente e la stabilizzazione non è male. Frontalmente, nella parte superiore, è presente l’ormai tipico notch Wiko a goccia e al suo interno trova posto la fotocamera anteriore da 5 megapixel e poco sopra è presente la capsula auricolare.

Wiko Power U20 è mosso dal processore MediaTek Helio G35, un processore poco prestante, ma grazie ad Android stock l’esperienza d’uso è più che soddisfacente anche se i tempi di caricamento e la scattosità di tutto il sistema si fanno sentire. La RAM è da 3GB ed è sufficiente a tenere in memoria molte app aperte mentre lo storage è da 64GB. Android è stock anche se sono presenti alcune funzioni di personalizzazione proprietarie di Wiko come ad esempio l’assistente intelligente, le gesture, la modalità semplice, la modalità d’uso ad una mano, e la modalità gioco, per migliorare le prestazioni in fase di gaming con i dovuti limiti di questo smartphone che non è per nulla un gaming phone (se volete giocare decentemente dovrete impostare i dettagli grafici a bassa risoluzione). Android è alla versione 11 ed è arrivato recentemente durante la fase di test, un aggiornamento che è andato a migliorare leggermente performance generali.

La batteria è da 6000 mAh e con uso normale sempre sotto rete 4g plus si arriva a fare circa 10 ore e 30 di schermo e 4 giorni di autonomia. Con un utilizzo più blando ho raggiunto i 5 giorni di autonomia. Pazzesco!

Conclusione

Wiko U20 è un ottimo dispositivo per la fascia di prezzo a cui appartiene soprattutto oggi che è facile trovarlo ad appena 119 euro. La batteria è mostruosa e vi dimenticherete cosa vuol dire ricaricare ogni sera lo smartphone. Il software e le accettabili prestazioni generali unite agli assemblaggi e design piacevole lo portano sicuramente ad essere un device per chi sicuramente non ha grosse pretese ma vuole comunque un buon prodotto per potere svolgere le operazioni quotidiane fondamentali.

Smartphone WIKO MOBILE Power U20
  • Prodotto di marca originale.
10 Dicembre 2021

More Readings