Recensione Solitude: il gioco online GdR play by chat ambientato in Skyrim

Tra le pieghe del web rimangono pietre miliari quei siti che si collocano nelle categoria dei GdR play by chat. Solitude è annoverato tra i classici della categoria GdR. L’ambientazione richiama principalmente l’universo di The Elders Scrolls, il famosissimo quinto capitolo Skyrim.

La land di Solitude è online dal lontano 2013 e, dopo i classici “alti e bassi” che contraddistinguono questo segmento di giochi online, oggi si riaffaccia con nuove proposte di gioco, una quest globale e delle particolari rivisitazioni delle meccaniche di gioco afferenti le classi di prestigio e le definizioni delle skill dei personaggi.

Graficamente, ed a livello di codice, non è stato ritoccato nulla affidandosi del resto a script ben collaudati per alcune dinamiche. Il sorgente è compilato con solido linguaggio php old school che interagisce con un buon database sql. In ultimo possiamo apprezzare un design che punta tutto su un’interfaccia intuitiva e fruibile, con colori e font che sono apprezzabilissimi in quanto richiamano in pieno la grafica del videogioco GdR d’azione a mondo aperto sviluppato da Bethesda Game Studios.

AMBIENTAZIONE

Accedendo a Solitude ci ritroviamo catapultati subito in Tamriel, precisamente nella Regione di Skyrim. Il periodo storico sarà molto dopo i fatti narrati nel quinto capitolo del videogame, in questo preciso momento la Regione vive una condizione di relativa stabilità e i vari Holds sono autonomi e con a capo uno Jarl o dei Sovrintendenti. L’Impero ha riconosciuto l’autonomia e si ritrova diplomaticamente in buoni rapporti con la maggior parte degli Holds. Insomma tutto sembra andare per il meglio, anche se…la nuova quest globale promette di sconvolgere questa calma che in alcuni casi, comunque, è solo apparente.

PERSONAGGI

Le Razze interpretabili sono quelle che ogni giocatore di The Elder Scrolls V Skyrim conosce bene.

  • Umani: Nords, Imperiali, Redguards e Bretoni;
  • Mer: Bosmer, Altmer, Dunmer ed Orsimer;
  • Bestiali: Khajit e Argoniani.
  • Mestieri: Mestieri liberi, Mestieri speciali, Sacerdoti.

Ogni razza ha peculiarità e predisposizioni verso le tre Classi presenti: Guerriero, Mago e Ladro. In ultimo vanno spese due parole sugli “argomenti” Licantropia e Vampirismo: entrambi sono gestiti come malattia e quindi accessibili a tutte le razze, di sicuro un’interessante visione dell’argomento alternativa alla canonica classificazione razziale assestante presente in quasi tutti i GdR.

GRUPPI DI GIOCO

I gruppi di gioco principali sono rappresentati dalle Corti dell’Hold, con al vertice la figura dello Jarl. Vi sono poi quattro Corporazioni, strettamente connesse all’universo del videogame e una Compagnia, i famosissimi Manto della Tempesta. La Gestione è molto disponibile a vagliare interessanti proposte, sotto forma di progetti, per la creazione di ulteriori Corporazioni, di Clan o di Compagnie, naturalmente che siano ben applicabili nell’ambiente di Solitude.

IL SISTEMA DI GIOCO

Il gioco è portato avanti da tutti in modo libero, si possono proporre delle Quest alla Gestione che comunque, mediante i Master Fato, promuove cicli di gioco o estemporanee. C’è da sottolineare la possibilità per ogni Corte, Corporazione o Compagnia di fare richiesta di un Fato di Gruppo di Gioco che ha la possibilità di essere il Narratore per tutte le estemporanee o brevi cicli del proprio gruppo di appartenenza.

Interessante è la componente classica che ci si aspetta nei GdR, infatti i Master Fato sono soliti far utilizzare il tiro dadi, d10 e d100 nella fattispecie, durante le estemporanee e le quest, come elemento fondamentale delle meccaniche di gioco. Anche le skill, capacità che il personaggio apprende mediante la spesa di punti esperienza accumulabili a termine delle role master e, di base, a termine di ogni invio di azione in chat, hanno un buon peso. Questi due aspetti oramai sono spesso trascurati nei GdR play by chat ma a mio avviso danno sempre il loro contributo nel movimentare il gioco e la caratterizzazione del personaggio

Completa il tutto una sezione documentale ricchissima di materiale, che manderà letteralmente in brodo di giuggiole tutti i fan della saga ed aiuterà chi ne sa poco, o nulla, del mondo di Skyrim. Per questi ultimi segnaliamo la presenza delle Guide sempre molto disponibili a dare una mano per affrontare i primi passi.

Dunque ciò che manca è solo effettuare una prova (sottolineiamo che c’è la possibilità di accedere con un account visitatore per dare giusto una “spulciata”) per staccare dalla vita reale e vivere un’esperienza di gioco in una land che permette di vivere una delle ambientazioni fantasy più famose degli ultimi tempi.

Leggi anche

Samsung brevetta uno smartphone Galaxy con display trasparente

Samsung ha depositato ufficialmente un brevetto per la creazione di uno smartphone completamente trasparente, le …