MWC 2020 e Coronavirus: le aziende che non partecipano

Ormai non è una novità sentir parlare del Coronavirus, epidemia che sta mettendo in ginocchio la Cina e sta facendo preocuppare l’intero mondo. Anche nel nostro settore veniamo a conoscenza di una pesante ripercussione, il Mobile World Congress (MWC) 2020 sembra essere a rischio per il Coronavirus data la decisione di tante aziende leader di non prendere parte per mantenere la sicurezza dei propri dipendenti.

Aggiornamento 10/02/2020

La lista di Aziende che non parteciperanno al MWC 2020 aumenta, si aggiungono SONY e Amazon.

Aggiornamento 08/02/2020

Un’altri due BIG fuori dai giochi, NVIDIA ha dichiarato che non parteciperà all’evento sempre per preservare la salute dei propri dipendenti. Subito dopo anche Microsoft ha preso la decisione di partecipare all’evento ma senza tenere alcun Keynote.

Abbiamo già parlato di questo in un precedente articolo quando è stata diffusa la dichiarazione di LG in cui affermava che non avrebbe partecipato al MWC 2020 per preservare la salute dei sui dipendenti dal Coronavirus. Successivamente è intervenuta ZTE che ha dichiarato di partecipare all’evento ma di non svolgere il Keynote.

Oggi veniamo a conoscenza di nuove notizie molto pesanti per l’evento: Anche ASUS non sarà presente al MWC di Barcellona. Questo il comunicato ufficiale:

Considerata la situazione attuale, il team ASUS EMEA Mobile ha deciso di cancellare la sua partecipazione al prossimo MWC 2020.

Acnhe il colosso Ericsson si ritira dall’evendo di Barcellona. Il motivo sembra ripetersi cioè: “La Sicurezza è la nostra priorità”.

Non parliamo dunque di aziende di piccola rilevanza ma parliamo di colonne portanti del settore. Nonotante questo GSMA, organizzatrice dell’evento, ha dichiarato che continua a monitorare e valutare il potenziale impatto del Coronavirus poiché la salute e la sicurezza degli espositori, dei partecipanti e del personale sono di fondamentale importanza. MWC Barcelona, ​​24-27 febbraio 2020, procederà come previsto, in tutte le sedi di Fira Gran Via Fira Montjuïc e La Farga L’Hospitalet, incluso YoMo e Four Years From Now (4YFN).

Il GSMA è in contatto con le aziende espositrici e sta discutendo delle misure di preparazione da mettere in atto. Addirittura fara in modo che i rappresentanti delle aziende arrivino prima in Spagna per far passare il tempo della quarantena, garantendo l’accesso a mascherine e sostituendo i partecipanti provenienti da paesi ad alto rischio con colleghi e rappresentanti locali con sede in Europa.

Leggi anche

Il Campanello Intelligente con Videocamera di Netatmo arriva in Italia

Netatmo, annuncia l’arrivo sul mercato italiano del Campanello Intelligente con Videocamera. Il dispositivo si connette …