Meizu presenta il Meizu E3 in Cina

Meizu E3 è stato annunciato ufficialmente in Cina. Si presenta come un dispositivo davvero interessante, che probabilmente riscontra il suo unico difetto nella presenza di un sistema operativo ancora basato su Android 7.1.2 Nougat, al quale viene applicata la personalizzazione Flyme OS 7.


Se questo “difetto” non è un problema, il nuovo Meizu E3 ha diversi punti di forza a suo favore per farsi considerare come uno dei terminali di fascia media più interessanti. Sotto la scocca pulsa un potente Snapdragon 636 otto core Kryo 260 con clock sino a 1,8GHz, affiancato dalla GPU Adreno 509, memoria RAM LPDDR4X da ben 6GB e Bluetooth 5.0.

Le prestazioni di CPU e GPU sono perfettamente in grado di garantire un ottimo livello di potenza in ogni ambito di utilizzo e consentono di gestire senza problemi l’enorme display da 5,99″ con risoluzione FullHD+ da 2160 x 1080 pixel. Lo schermo è quindi un’unità LCD IPS con rapporto 18:9 e Meizu sembra aver resistito alla triste tendenza del notch a tutti i costi, proponendo un design in linea con quello dei suoi precedenti prodotti. Presenti anche 64 o 128GB di memoria interna espandibile con entrambe i 6GB di RAM già citati.

Le specifiche di Meizu E3 includono interessanti novità per quanto riguarda il comparto fotografico posteriore, caratterizzato da una doppia cam che offre un sensore principale da 12 MegaPixel e uno secondario da 20 MegaPixel. Per quanto riguarda la fotocamera primaria, questa è una Sony IMX362 da 1/2,55″, con pixel di dimensioni pari a 1,4 micron, sistema di messa a fuoco Dual Pixel e ottiche con rapporto f/1.9. Ad affiancarla troviamo una Sony IMX350 (1/2,8″ e pixel 1 micron) che presenta la tecnologia PDAF e rapporto f/2.6 per quanto riguarda le ottiche. La combinbazione delle due fotocamere permette di ottenere il classico effetto bokeh e lo zoom sino a 2,5X senza perdita di dettaglio. Il comparto anteriore, invece, è affidato ad una fotocamera da 8 MegaPixel di ArcSoft con rapporto f/2.0.

Meizu E3 è equipaggiato con una batteria da 3360 mAh che supporta la nuova tecnologia di ricarica cold mCharge a 20W. Stando a quanto emerso, il suo funzionamento dovrebbe essere simile a quello proposto da Oppo/OnePlus con i sistemi di ricarica VOOC/Dash Charge, i quali spostano parte del circuito di ricarica rapida all’interno del cavo e dell’adattatore da muro, al fine di evitare che il calore generato dal processo possa incidere sulle prestazioni e sulla durata vitale della batteria. Di conseguenza questo rende possibile la ricarica rapida solo con l’adattatore ufficiale. Segnaliamo che Meizu E3 è dotato di una porta USB Type-C e che non mancano jack audio da 3.5mm e sensore di impronte digitali, collocato sul lato destro.

Lo smartphone offre supporto completo a tutti i principali sistemi di navigazione satellitare, tra cui GPS, GLONASS e BEIDOU, mentre sembra essere assente Galileo, una scelta comprensibile visto che lo smartphone si rivolge principalmente al mercato cinese. Meizu E3 ha dimensioni pari a 156,8 x 75 x 7,6mm e un peso di 160 grammi. La scocca è realizzata completamente in alluminio ed è disponibile in tre diverse colorazioni, Champagne Gold, Obsidian Black e Blu al prezzo di 1799 Yuan e 1999 Yuan per le versioni da 64 e 128GB, pari a circa 231 e 257 Euro al cambio attuale, con preordini che prenderanno il via il 26 marzo e spedizioni dal 31 marzo.

Lo smartphone sarà disponibile anche in una particolare versione limitata J-20, la quale riprende alcuni elementi dell’omonimo caccia da combattimento e include una custodia a tema, una card celebrativa e un accessorio per la rimozione della SIM personalizzato. Il costo di questa versione da collezione è di 2499 Yuan, circa 321 Euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *