Maggiore controllo su Youtube con algoritmi più evoluti

Il CEO di Youtube, Susan Wojcicki ha annunciato che sulla piattaforma si stà lavorando per garantire un maggiore rispetto della privacy utilizzando algoritmi ancora più evoluti degli attuali.

Youtube, la piattaforma più famosa al mondo è ormai sotto i riflettori da molto tempo.
Ultimamente sono state costruite pesanti accuse contro Youtube, il primo passo verso il cambiamento è stato di aver rafforzato la piattaforma una prima volta con nuovi algoritmi in gradi di capire quali sono i contenuti non adatti ai minori e quali sono dannosi per tutta la community tanto da bloccarli e toglierli dalla circolazione, lasciando un attimo da parte le critiche lanciate dai videomaker (detti anche Youtuber), il polverone lo ha alzato il fatto che, dalla stessa Youtube venivano bloccati dei video “innoqui” mentre altri tipi di video di cartoni animati con persone mascherate etichettati come immagini a sfondo sessuale per quello che facevano.

Il CEO di Youtube, Susan Wojcicki attraverso il blog ufficiale della piattaforma ha fatto sapere a tutta l’utenza i progetti futuri che si hanno in mente per rendere Youtube un posto migliore.

Stiamo intraprendendo queste azioni perché è la cosa giusta da fare.
Con l’evolvere e il modificarsi delle sfide per la nostra piattaforma, i metodi di intervento dovranno evolvere per rispondere nel migliore dei modi.
Qualunque sia la sfida, il nostro impegno a contrastarla sarà costante e senza esitazioni. Prenderemo tutte le misure necessarie per proteggere la nostra community e assicurarci che YouTube continui a essere un luogo in cui i creator, gli inserzionisti e gli utenti possano crescere.

Con le parole sopra riportate, Susan ha voluto far capire a tutta la community di Youtube, che si stà iniziando un nuovo percorso di miglioramento, il quale vedrà in primis un maggiore sforzo collettivo da parte dei dipendenti della piattaforma, con un aumento del personale per controllare meglio e riuscire a portare a termine i progetti nel minor tempo possibile, poi saranno inseriti algoritmi molto più evoluti a differenza degli attuali, mettendo al centro dell’attenzione l’intelligenza artificiale, che avrà il compito di identificare il più velocemente possibile tutti i contenuti che non rispettano le regole della piattaforma e che possano urtare in qualche modo la sensibilità dei bambini.

Sempre Susan ha anche fatto sapere che, con gli algoritmi attuali si stanno raggiungendo ottimi risultati visto che il 70% dei video considerati “pericolosi” vengono bloccati e/o eliminati entro le 8 ore dall’upload, anche se con le future modifiche si cercherà di diminuire questo tempo di attesa.

Recentemente si sono lamentati molto anche gli inserzionisti di maggiore importanza, perchè le loro pubblicità sono state inserite dentro a determinati video che hanno fatto indignare chi lo ha visto, screditando a sua volta anche le pubblicità che aveva al suo interno (perchè qualcuno le considera ancora?), perciò anche la politica per inserire all’interno del proprio canale le inserzioni pubblicitarie verrà rivista ed inasprita ottenendo così un maggiore controllo.

I piani sembrerebbero più che buoni, tutto sta bisogna vedere come funzioneranno una volta attivati i nuovi algoritmi e se creeranno un ennesimo caos come precedentemente avvenuto.

 

Canale Youtube Tuttoinformatico

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *