L’anno della tecnologia 5G con Samsung. Dove e come funziona!

Il 2018 è un anno di grandi innovazioni e sviluppo in campo tech, in quasi tutti i campi. Per quanto riguarda le reti mobili è l’anno della tecnologia 5G e Samsung ce ne parla.

Già nella seconda metà del 2018, le persone negli Stati Uniti saranno tra le prime a sperimentare servizi 5G commerciali, grazie al recente accordo tra Samsung e Verizon. L’accordo, che delinea la fornitura di Samsung di soluzioni di rete FWA (Fixed Wireless Access) basate su tecnologia 5G al più grande operatore di rete mobile negli Stati Uniti, ha permesso l’avvio di servizi 5G con due anni di anticipo.

5G FWA si distingue come una tecnologia chiave che consente la fornitura di servizi di connettività (in velocità Gigabit) attraverso lo spettro radio, senza richiedere lo sviluppo di reti in rame e fibra ottica. Samsung e Verizon introdurranno il servizio durante la seconda metà di quest’anno a Sacramento.

Tuttavia, gli Stati Uniti non sono l’unico paese che cerca di entrare nell’era del 5G. Si parla di 5G anche in Corea, e Giappone.

Le tecnologie di telecomunicazione di nuova generazione offriranno opportunità di business senza precedenti in una varietà di aree come guida autonoma, robot e realtà virtuale (VR). A giudicare dagli enormi benefici che il 5G dovrebbe portare, non sorprende che molti stabilimenti puntino ad avere il 5G commercializzato il prima possibile.

Come funziona esattamente 5G?

Nel prossimo futuro, il 5G cambierà completamente il modo in cui le persone usano e comunicano con la tecnologia. Cambierà anche il modo in cui le diverse tecnologie comunicano tra loro. Tutto ciò avverrà in modo più rapido e affidabile che mai. Di conseguenza, i download avverranno alla velocità della luce, i veicoli autonomi saranno più sicuri grazie a tempi di reazione più rapidi e le industrie saranno trasformate con nuovi modi per connettere macchinari e stock.

Il segreto delle velocità ultrarapide di 5G, della latenza incredibilmente bassa e della connettività insuperabile sta nelle sue tre tecnologie chiave:

  • eMBB (Enhanced Mobile Broadband).

E’ la tecnologia che consentirà agli utenti di scaricare un film ad alta definizione da 15 GB a piena lunghezza in 6 secondi. È molto più veloce dei 4 minuti necessari per scaricare lo stesso film su una connessione 4G.Con eMBB, grandi quantità di dati possono essere trasmesse a velocità molto più elevate. Le reti 5G possono fornire velocità di trasmissione dei dati di picco fino a 20 Gbps (2,5 GB di dati trasmessi al secondo).

  • URLLC (Ultra Reliable & Low Latency Communications).

L’obiettivo con i veicoli autonomi è quello di rendere sempre l’esperienza di guida il più sicura possibile. Grazie a URLLC, le collisioni autonome di veicoli saranno meno probabili nell’era 5G, in quanto ci sarà un ritardo del segnale di un millisecondo (ms), e quindi l’auto si sposterà solo di pochi centimetri prima di fermarsi quando viene rilevato un pericolo. Questo è un enorme salto dal 4G, in cui la distanza percorsa da un’auto prima di fermarsi quando viene rilevato un pericolo è un metro.

URLLC promette una rete stabile e la latenza più bassa possibile per avviare la connettività. (Minore è la latenza – misurata in millisecondi – migliore è il rendimento della rete.)

Permetterà una latenza di un millisecondo tra un dispositivo utente e una rete, rispetto alle decine di millisecondi di oggi. Questo è anche particolarmente utile per servizi che richiedono la corrispondenza in tempo reale di reti, come il controllo remoto di robot e giochi interattivi in ​​tempo reale.

  • mMTC (massive Machine-Type Communications).

Questa tecnologia pone le basi per un IoT (Internet of Things), futuro potenziato in cui la maggior parte dei nostri dispositivi sarà connessa. 5G supporterà mMTC, consentendo alle macchine (fino a un milione di dispositivi entro un’area di un chilometro quadrato) di comunicare tra loro con il minimo coinvolgimento umanomMTC supporterà anche varie applicazioni industriali.

Ad esempio, la modifica dei processi di produzione basata sulle richieste in tempo reale da parte dei consumatori sarà resa possibile tramite i moduli di connessione 5G incorporati nelle apparecchiature di fabbrica. Inoltre, l’organizzazione dell’inventario sarà migliorata mentre i difetti del prodotto saranno ridotti, grazie alle avanzate capacità di apprendimento approfondito dei robot connessi tramite 5G.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *