Instagram e account falsi: questa volta é la fine

Instagram ha dichiarato guerra agli utenti che svolgono “attività non autentiche” per aumentare la popolarità di un account. Nel giro di poche ore, BlackHatWorld, un forum popolare con autoproclamati “black hat” social media marketer, é entrato in crisi.

Cosa è successo?

Instagram nei giorni scorsi ha dichiarato di essere stufa di avere nella propria piattaforma social, account con interazioni false, iscrizioni, mi piace e commenti.

Al giorno d’oggi é molto semplice far crescere la propria popolarità nel social network.É sufficiente visitare uno dei tanti siti che offre pacchetti di “iscrizioni, mi piace e commenti” ed acquistarli. Apparentemente il nostro account magicamente crescerà ma in realtà sono tutte interazioni false.

Subito dopo queste dichiarazioni del famoso social, in una sezione del forum “BlackHatWorld” solitamente riservata alla condivisione delle migliori offerte per ottenere follower di Instagram falsi, gli utenti preoccupati hanno iniziato almeno 13 discussioni per discutere del cambiamento di politica. “L’inizio della fine?” Ha chiesto un utente. “Sta succedendo”, ha scritto un altro postando un link al comunicato stampa di Instagram. Gli utenti di BlackHatWorld litigavano mentre martedì pomeriggio, le applicazioni avevano già iniziato a essere offline. Questa volta, forse, il social potrebbe effettivamente aver iniziato la guerra.

Come Instagram combatte “iscrizioni, mi piace e commenti”?

Nel suo annuncio, Instagram ha dichiarato che con l’aiuto dell’apprendimento automatico, ha identificato utenti che avevano condiviso le proprie credenziali di accesso a servizi che offrono ciò e offrirebbe agli utenti un ultimatum: “cambiate immediatamente la password per revocare l’accesso del proprio account al servizio o vedrete la vostra esperienza su Instagram finita. Instagram non ha risposto ad altre richieste di commenti aggiuntivi.

“Questi servizi possono essere popolari, ma raramente sono molto sofisticati, e sono piuttosto facili da individuare. Seguono e smettono di seguire account casuali in massa, pubblicano foto stock e sono spesso associati a insoliti indirizzi IP”

Gil Eyal, CEO di HYPR Brands, società di marketing influencer

Il Social Network ha accesso a una vasta gamma di dati molto al di là di ciò che è pubblicamente disponibile.

Reazione delle applicazioni di social media marketer

Martedì pomeriggio, un certo numero di BlackHatters ha riferito di aver riscontrato problemi con Jarvee, una delle applicazioni di automazione Instagram più raccomandate sul forum. Alcuni utenti che hanno tentato di utilizzare il servizio Martedì per automatizzare gli iscritti, i Mi piace e altre azioni, hanno dichiarato di essere stati accolti con uno strano messaggio di errore. Un utente ha notato che Jarvee ha cancellato un aggiornamento questa mattina. “Ho lo stesso problema su un altro bot”, ha scritto un altro, “è a causa di un aggiornamento di instagram direi.”

In un messaggio a WIRED, Jarvee ha detto che non c’era “nulla di cui preoccuparsi” e ha respinto le affermazioni secondo cui la repressione di Instagram avrebbe avuto alcun effetto sui suoi servizi. Un rappresentante di Jarvee ha detto che il servizio simula il traffico dall’app per iPhone di Instagram al fine di ingannare l’azienda facendogli credere che sia un utente legittimo. “Assicurati solo di non fare troppe azioni e assicurati di rendere il tuo account il più naturale possibile”, ha scritto il rappresentante Jarvee.

Nonostante la guerra iniziata da Instagram, i fornitori social media marketer continuano a funzionare e non sembra aver ancora influito sugli account che li utilizzano.

Inoltre i social media marketer sembrano pronti alla sfida, in un messaggio a WIRED, uno degli amministratori di SM Garden ha dichiarato che la società era a conoscenza dell’aggiornamento delle norme di Instagram. L’amministratore ha detto che, sebbene SM Garden non potesse prevedere il futuro, è sempre “sicuro che i nostri servizi siano il più fedeli possibile”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *