Il virus che ruba le carte di credito fingendo di aiutare per il coronavirus

Tra le numerose campagne virus che sfruttano l’emergenza coronavirus per attaccre le ignare vittime, giustamente desiderose di ottenere informazioni aggiornate sulla diffusione del Covid-19, ce n’è una particolarmente insidiosa che sta colpendo gli utenti Android mediante il mobile banking trojan Ginp.

Virus coronavirus ginp

In cambio di una piccola somma di denaro, il virus promette di visualizzare la posizione delle persone risultate positive al coronavirus. In realtà il suo scopo è quello di rubare i dati delle carte di credito delle vittime.

Come funziona il trojan Ginp

Ginp si installa attraverso un link che arriva via whatsapp, sms e mail anche da mittenti presi dalla rubrica della vittima. Cliccando sul link si attiva l’app che contiene il trojan. Dopo aver compromesso lo smartphone della vittima, il trojan Ginp entra subito in azione ricevendo dal server controllato dai criminali un comando che gli consente di avviare il Coronavirus finder, una finta applicazione Web che carica sul dispositivo una pagina in cui, in cambio di un piccolo contributo economico di 0,75 euro, promette di mostrare la posizione delle persone risultate positive al coronavirus e che si trovano nelle vicinanze. Per convincere la vittima ad utilizzare questo particolare “servizio”, Ginp usa un’esca particolarmente subdola: la pagina Coronavirus finder, infatti, afferma che 12 persone infettate dal Covid-19 si trovano nelle sue vicinanze e promette di mostrare la loro esatta posizione. Se la vittima accetta di visualizzare queste informazioni, viene reindirizzata ad una nuova pagina Web sulla quale può effettuare il pagamento. Una volta inseriti i dati della carta di credito, però, la vittima non riceve né l’addebito della somma di denaro richiesta né le informazioni relative alle persone “infette”.

Leggi anche

Il Campanello Intelligente con Videocamera di Netatmo arriva in Italia

Netatmo, annuncia l’arrivo sul mercato italiano del Campanello Intelligente con Videocamera. Il dispositivo si connette …