Microsoft Build 2017: Ecco le prime novità

Durante la Build 2017, Microsoft ha annunciato dei nuovi servizi che aiuteranno gli sviluppatori ad interagire con gli strumenti disponibili per creare applicazioni più innovative.

La Build 2017 di Microsoft quest’anno si basa sui nuovi strumenti innovativi e nuovi servizi disponibili agli sviluppatori per creare applicazioni più intelligenti e “evolute“.
Il discorso di apertura di Satya Nadella si è focalizzato molto sui successi ottenuti con Windows 10, visto che adesso il nuovo sistema operativo di casa Microsoft può contare più di 500 milioni di dispositivi attivi al mese, un numero che mostra come il percorso di Microsoft si sta evolvendo e l’obbiettivo di unire gli utenti sotto un unico S.O in continuo aggiornamento sembra realizzarsi, anche se negli ultimi tempi tutto il processo sta procedendo più a rilento in confronto all’inizio in particolare perchè ora Windows 10 non è più un software gratuito.

Questi numeri che ha ottenuto Windows 10 sono molto importanti perchè il team di Microsoft con questo nuovo sistema operativo sta rimediando alle spaccature che si sono formate con i vecchi sistemi operativi come Windows 7, Windows 8 e 8.1 che hanno diviso l’utenza, andiamo a vedere le novità annunciate:

Office 365 è la prima novità annunciata al Build 2017
Per aiutare gli sviluppatori, Microsoft ha aggiornato Office 365, ambiente di lavoro maggiormente utilizzato negli ultimi anni, in modo che ci si possa mettere in contatto con tutte le persone del mondo così da risolvere il più velocemente possibile alcune sgradevoli situazioni di dubbi o domande.
Tutto questo è possibile grazie a Microsoft Teams, che permette di utilizzare i propri strumenti per chattare con i vari clienti.

Cortana, l’assistente vocale di Microsoft continua a farsi strada
Dopo il completamento della partnership con dispositivi Intel e HP per integrare Cortana in alcuni device supportati, è arrivato anche Cortana Skills Kit disponibile gratuitamente alla prova, strumento che permette agli sviluppatori di terze parti di creare nuove funzioni a Cortana per poi testarle nel Bot Framework.

Le prime notizie del Build 2017 erano già state previste anche prima dell’inizio dell’evento, perciò nulla di nuovo al momento, anche se gli sviluppatori possono essere contenti di avere del nuovo materiale che gli aiuti nel loro compito.

Rimanete aggiornati sul nostro sito se volete sapere ulteriori informazioni del Build 2017 di Microsoft.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *