Perché ci sono chiavette USB incastrate nei muri in giro per il mondo?

Innanzi tutto nel caso qualcuno abbia il dubbio, si, ci sono veramente nel caso qualcuno abbia il dubbio chiavette USB incastrate nei muri e sparse in giro per il mondo anche se il motivo per cui son lì non è quello che molti pensano…scordatevi spie e hacker.

chiavette USB nei muri

Il concept è iniziato a New York City nel 2010. l’artista tedesco Aram Bartholl ha installato un dispositivo di archiviazione USB che sporgeva dal lato di un muro. Durante il viaggio ha lasciato alcune chicche interessanti. Il concetto ha iniziato a diffondersi e, per la maggior parte, il contenuto delle unità flash è sicuro. Si trovano varie opere d’arte, libri e storie, mini giochi, film fatti in casa, a volte un po ‘di porno e persino alcuni file crittografati. Ogni tanto si trovano della mappe. A volte le mappe portano a belle gemme nascoste in giro per la città, imprendibili, altre volte portano ad altre chiavette.

chiavette USB nei muri

Sembra tutto misterioso e fa pensare che siano messe lì per qualche oscuro motivo…ma per la maggior parte (forse tutte) non si tratta di un anello di spionaggio segreto, né di un gruppo di hacker, sono soprattutto persone che condividono contenuti e si divertono.

Queste chiavette USB nei muri vengono chiamate Dead Drop e si esistono realmente. Ma prima di uscire alla ricerca di esse, ti consiglio di trovare un ottimo programma antivirus e antimalware, nonché un dispositivo che eventualmente può essere infettato da malware senza conseguenze.