Videogames: i costi reali dietro i giochi per console

Videogames: i costi reali dietro i giochi per console

15 Marzo 2022

I videogames sono una passione che accomuna milioni di italiani, ma a quale prezzo? Da un lato spesso si tende a calcolare soltanto il costo di acquisto del titolo, ma dall’altro bisogna mettere in conto anche la spesa in termini di consumi di energia elettrica. Ecco perché oggi andremo ad approfondire proprio questo argomento, scoprendo quali sono i costi reali dietro i giochi per console.

I dati e il successo dei videogiochi in Italia

Da quando la pandemia ha fatto il suo esordio, il mercato dei videogames ha inanellato dei numeri da record, anche in Italia. Il tanto tempo disponibile, e la necessità di restare confinati a casa, ha spinto molti italiani a scoprire (o a riscoprire) questa passione fatta di bit, pixel, console, joypad, schede video e processori. Ci sono i dati che come sempre confermano le sensazioni.

Nello specifico, durante il 2020 il settore del gaming ha superato un valore di ben 2 miliardi di euro, segnando un record mai visto prima, con un incremento del 21% rispetto al 2019. Uno dei settori più in salute è quello del download delle versioni digitali dei giochi, come nel caso della Playstation, al punto che la PS5 è presente anche in versione senza lettore Blu-Ray.

Il settore dei videogames sta dunque cambiando, in accordo con le preferenze dei player, che oggi come oggi vedono nel digitale il futuro del comparto. Cambia anche la visione relativa all’utilità dei videogiochi. In passato visti come deleteri, oggi addirittura L’OMS si è sbilanciata, indicandoli come una possibile soluzione allo stress e alle ansie legate alla pandemia e al lockdown. Come anticipato poco sopra, però, tutto ha un prezzo, e questo vale anche in termini di consumi energetici.

I costi che si celano dietro alle console e ai giochi digitali

La copia di un gioco digitale può arrivare a costare anche oltre 100 euro, ma si tratta di un pagamento una tantum, dunque da affrontare una sola volta, senza considerare gli eventuali acquisti in gioco, come quello dell’acquisto della console. Al contrario, i consumi di energia elettrica sono costanti, ed è ovvio che aumentano all’aumentare delle ore trascorse quotidianamente di fronte ad un monitor.

Quali sono dunque i costi di utilizzo di una console con i suoi videogiochi? Elettricità compresa, per un giocatore medio, il totale si aggira intorno ai 700 euro annui, con una spesa minima che rasenta i 600 euro. Spendono di più i possessori di Xbox One, seguiti da chi usa una Playstation 4. La Wii è la console che consuma di meno, mentre in 3 posizione si trovano i computer gaming. Dipendentemente dall’hardware, però, questi ultimi possono facilmente balzare in prima posizione in questa classifica.

15 Marzo 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

More Readings