Un tuffo nel passato con Crash Bandicoot N. Sane Trilogy!

Dal 30 Giugno è possibile rigiocare con Crash a svariati titoli della saga Crash Bandicoot che al suo tempo ha riscontrato un enorme successo tanto che ha lasciato un segno indelebile nella storia videoludica.

E’ possibile rivivere le emozioni passate? SI e si può fare grazie al lancio del nuovo titolo Crash Bandicoot N.Sane Trilogy, rivisitato per le nuove console ma che al suo interno ripresenta il solito gameplay che ha appassionato milioni di giocatori che lo hanno conosciuto sulla PlayStation 1.

Il nuovo titolo non comprende nuovi capitoli della saga, ma contiene i primi tre titoli che sono usciti ovvero: Crash Bandicoot, Crash Bandicoot 2 : Cortex Strikes Back e Crash Bandicoot 3: Warped.
Visto che questi titoli sono stati adattati per le nuove piattaforme PS4 e PS4 Pro, la grafica e tutti i particolari ad essa legati hanno subito delle nette modifiche per rendere il gioco più “vicino” ai nostri tempi.

Dal 1996 con l’uscita del primo titolo della saga da parte di Naughty Dog, fino al 2017 con la remastered per le console di nuova generazione sviluppata da Activision.
I tempi sono cambiati da quando si giocava nei televisori a tubo catodico sulla PS1, ma l’importante è che Crash è tornato nelle nostre console per tenerci incollati ai nuovi schermi OLED Full HD 4k facendoci rivivere le emozioni che nessun videogiocatore di Crash si è dimenticato.

Per i più giovani, Crash Bandicoot è uno dei più vecchi e ardui platformer a livelli 3D uscito nel 1996 e riadattato per PS4.
Nel gioco vestiremo i panni di Crash che, in base ad una trama, dovrà portare a termine i vari livelli grazie alle abilità del giocatore le quali verranno messe alla prova da diversi ostacoli e pericoli da evitare oppure da sconfiggere presenti nel nostro percorso.
Inoltre per completare il livello al 100% bisognerà anche raccogliere tutti i cristalli oppure tutte le casse di gioco presenti all’interno di ogni singolo livello.

Se non lo avete mai provato, correte subito ad acquistarlo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *