amazon black friday

Sondaggio di Wallapop: gli italiani appassionati di videogiochi


25 Novembre 2022

I videogiochi sono un tema discusso in tutto il mondo, che riesce a far appassionare, conoscere e unire persone realmente distanti tra loro ma virtualmente collegate e molto spesso dando vita a delle fantastiche amicizie. Anche se le critiche relative al mondo dei videogiochi non tardano mai ad arrivare, soprattutto da parte di chi è estraneo a questo mondo e che si permette lo stesso di criticarlo, dati alla mano la realtà della situazione come dimostrato dall’ultimo sondaggio condotto da Wallapop, la piattaforma leader nella compravendita di prodotti second hand in collaborazione con mUp, è che circa metà della popolazione italiana adulta (tra i 18 e i 60 anni) gioca ai videogiochi.

Wallapop, Pop-Man

Dall’identikit emerso alla conclusione della ricerca di Wallapop, il tipico gamer italiano è uomo (39.5% – contro il 34% delle donne), in un’età compresa tra i 25 e i 34 anni (45%), residente nel Nord-Ovest del nostro paese (43%) e assiduo giocatore che in media gioca almeno 4 volte a settimana. Un’altra caratteristica che accomuna una grossa parte di appassionati di videogiochi è l’attenzione alla sostenibilità visto che circa 14 milioni di videogiocatori italiani ha acquistato almeno una volta nella vita una console, dispositivo, accessorio o gioco second hand, prediligendo innanzitutto l’acquisto nei negozi fisici e di seguito tramite piattaforme online, come Wallapop e per ultimo i mercatini dell’usato.

I motivi principali emersi dal sondaggio per quanto riguarda il perchè un videogiocatore italiano preferisce acquistare un prodotto second hand anziché uno nuovo è legato in primis al risparmio, (votato dal 54%) invece circa il 30% lo fa per un fattore monetario, per risparmiare sull’acquisto e guadagnare soldi extra nella vendita, ma più di 2 milioni lo fanno anche per aiutare l’ambiente, preservandolo e non creando rifiuti in eccesso.

Ma veniamo alla tipologia di videogiochi preferita dagli italiani, ed è qui che la differenza tra le diverse fasce d’età emerge maggiormente. Se i giochi di simulazione sportiva sono i più amati – con circa il 45% delle preferenze – si scopre che la fascia 25-34 è la vera appassionata (51%), subito seguita dalla GenZ (18-24 anni con il 45%). E ancora, gli Open World (37,9%) e i “retrò game” (34,6%) sono anch’essi fra i più amati, ma se i primi – come Avatar e Minecraft – la fanno sicuramente da padrone nelle due fasce 18-24 e 25-34 (entrambe 47%), i secondi – come Pac Man e Tetris – sono la passione degli intervistati tra i 35 e i 44 anni (40%), seguiti dalla fascia 25-34 anni (35%). Come detto i giochi “retrò” sono particolarmente apprezzati da diverse fasce d’età: la top 5 è composta da Supermario (44%), Tetris (37%), Pokemon (32%), Pac-Man (30%) e Crash Bandycoot (28%). Questo trend è riscontrabile anche sulla piattaforma, dove le ricerche relazionate con videogiochi retro sono incrementate del 72% da gennaio 202.

“I risultati emersi da questo sondaggio non fanno altro che confermare il successo che abbiamo riscontrato noi di Wallapop dai numeri della nostra piattaforma: gli italiani sono dei veri e propri videogiocatori ed è anche per questo motivo che abbiamo deciso di creare un videogioco tutto nostro, Pop Man, che sta riscuotendo davvero un grande successo con oltre 15.000 giocatori ad oggi, attualmente nella categoria ‘console e videogiochi’ di Wallapop sono caricati oltre 1 milione di oggetti e siamo certi che continueranno ad aumentare in futuro, così come gli acquisti: negli ultimi due mesi infatti abbiamo notato un picco delle transazioni effettuate in Italia, che sono aumentate di ben il 95%”

Giuseppe Montana, Head of International di Wallapop.

Visto l’amore così profondo degli italiani e l’interesse in continua crescita legato a nuovi prodotti, la piattaforma di Wallapop ha recentemente lanciato il suo primo videogioco Pop-Man eseguibile direttamente dal browser. Il nuovo gioco ricrea virtualmente una situazione quotidiana vissuta da molti di noi: in ogni casa sono nascosti molti tesori vintage, ma bisogna fare attenzione, perché mamma e papà sono sempre “in agguato”, pronti a fare pulizia e buttare tutto, impedendo di guadagnare piccoli o grandi extra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *