Il futuro di Activision Blizzard: Destiny 2 e un Call of Duty vecchio stampo!

Durante la conference call dei risultati finanziari, Activision si è un pò allargata sul loro futuro, annunciando l’arrivo di Destiny 2 entro quest’anno e una rivoluzione per COD

La conclusione dell’anno fiscale 2016, terminato il 31 Dicembre, per Activision è stata molto proficua con un aumento del 42% rispetto all’anno prima, parlando in soldi,il guadagno è di quasi 2 miliardi di dollari.
Con una conclusione annuale così positiva, Activision si è subito spinta in avanti per dare un assaggio di quello che faranno nel loro futuro videoludico, infatti è stato annunciato l’arrivo entro l’anno attuale di Destiny 2.
Il nuovo titolo sarà per le console Next Generations e si pensa anche per PC, visto che la stessa Activision ha annunciato di voler ampliare il potenziale pubblico del gioco.

Anche se il guadagno di Activision Blizzard è andato più che bene, qualche flop non si può nascondere, infatti proprio con Infinite Warfare è stato detto che le cose non sono andate come previsto, perchè sono state vendute solamente la metà delle copie che ha venduto Black Ops III.
Forse a causa di questo impatto negativo di COD, il vice presidente Amrita Ahuja ha annunciato che la prossima versione di Call of Duty sarà un “ritorno alle origini“, non ha dato ulteriori dettagli se si riferiva alla storia, magari seguendo le orme di Battlefield 1, oppure se dal lato delle dinamiche di gioco, così da non portare più sui nostri schermi tecnologie futuristiche.

Ma il successo di Activision Blizzard non si ferma solo a questi due giochi, visto che oltre al lato mobile di discreto successo degli acquisti in app con King e Candy Crush, giochi di grande importanza come World of Warcraft: Legion e Overwatch hanno fatto la loro parte, soprattutto quest’ultimo il quale è rimasto nella top 10 dei giochi più venduti del 2016 e che sta tenendo alte le vendite anche nel 2017.
Con questi ottimi risultati finanziari da parte di Activision, ora ha tutti i requisiti per un 2017 che ci sorprenderà con contenuti di alta qualità e diversi dalla solita routine annuale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *