Hogwarts Legacy: uno State of Play che ha colpito nel segno

Hogwarts Legacy: uno State of Play che ha colpito nel segno

17 Marzo 2022

Sony e Avalanche Software hanno voluto dedicare uno State of Play per far conoscere al mondo dei videogiocatori Hogwarts Legacy, il nuovo open-world action RPG ambientato nel magico mondo di Harry Potter. In occasione di questo State of Play abbiamo visto molti contenuti del nuovo videogioco, quasi 15 minuti di gameplay su Playstation 5 che mostrano la struttura e l’essenza di quello che sarà Hogwarts Legacy, anche se quello che è stato mostrato è ancora in via di sviluppo. I contenuti che abiamo visto sono tanti che ci hanno lasciato a bocca aperta non tanto per la parte grafica perchè da quel lato non abbiamo visto nulla che ci ha fatto gridare dalla gioia, ma dalle innumerevoli attività e dalla struttura di gioco che è stata presentata.

In partenza è stata mostrata la possibilità di modifica del proprio personaggio di gioco, al momento sembrano pochi i parametri modificabili per creare il nostro personaggio, come ogni GdR che si rispetti, più elementi possiamo modificare, più riusciamo a creare un personaggio accurato con cui immedesimarci al meglio nella trama di gioco. Il castello di Hogwarts in Hogwarts Legacy ci fa subito tornare alla mente i ricordi più belli della saga di Harry Potter, è ampiamente esplorabile perciò potremo divertici a ricercare i misteri di Hogwarts, i passaggi segreti che si nascondono tra le mura e a risolvere diversi puzzle per accedere nelle zone più dimenticate. Il castello non è l’unica mappa di Hogwarts Legacy, abbiamo la possibilità di spostarci in altre mappe di gioco come nel villaggio di Hogsmeade o nel perimetro del castello per esplorare i dintorni, con il progredire della trama si alterneranno anche le stagioni con un sistema di meteo dinamico e grazie alla nostra scopa volante ci potremo spostare velocemente nei vari luoghi.

Ci ritroviamo in una Hogwarts del 1800, oltre a dover affrontare maghi e streghe, il mondo di gioco è popolato da goblin e strane creature magiche pronte a mettere in pericolo il mondo. Bacchetta alla mano potremo dare sfogo alle nostre doti da mago, i combattimenti si svolgeranno con diversi stili di gioco, alcuni più aggressivi o più in difensiva anche a seconda delle abilità che avremo a disposizione. Non siamo riusciti a capire se potremo lanciare abilità a ruota libera o se ci sarà una sorta di “mana” esauribile che si consumerà con il loro utilizzo. In pieno stile GdR, le abilità che sbloccheremo sono potenziabili attraverso il guadagno di punti esperienza, potremo assegnare anche diversi talenti al nostro personaggio. Looting e crafting non possono di certo mancare, bisognerà razziare i forzieri che troviamo sparsi nella mappa e raccogliere materiali così da poter creare una varietà di oggetti come le pozioni che risulteranno fondamentali per affrontare al meglio i combattimenti. Nel corso della storia potremo scegliere di allearci con altri personaggi in modo da affrontare alcune missioni in compagnia, ma non sappiamo molto altro a riguardo, così come del sistema relativo alla moralità del nostro personaggio, forse sarà influenzata dalle scelte che potremo compiere in gioco?

Senza farsi prendere troppo dall’euforia, il primo sguardo a Hogwarts Legacy è stato molto piacevole e ha suscitato ottime speranze per quello che potrà essere il risultato finale. In base a quello che è stato mostrato ci sono eccellenti premesse per avere davanti un titolo che farà parlare molto di se; è opportuno ricordare che attualmente il gioco è in sviluppo e che essendo un titolo per mid-gen e next-gen (esclusiva Sony), il reparto grafico non potrà eccellere visto i limiti imposti da Playstation 4, teniamo i denti stretti, la finestra di lancio è stata annunciata entro fine 2022 salvo rinvii, perciò nei prossimi mesi arriveranno sicuramente ulteriori novità di Hogwarts Legacy delle quali vi terremo aggiornati nei nostri articoli.

Hogwarts Legacy, Avalanache Software, State of Play
17 Marzo 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

More Readings