Apple sembra reprimere gli ingannevoli abbonamenti in-App

App Scam sotto i riflettori, app che confondono gli utenti rilasciando prove gratuite che si trasformano in costosi abbonamenti ricorrenti, Apple, quasi in risposta, sta rivalutando tutte le Applicazioni con appunto abbonamenti ad alto prezzo.

In particolare, sembra che Apple stia rifiutando App che dispongono di pulsanti in evidenza per avviare test gratuiti che tentano di nascondere la realtà che la versione di prova gratuita si trasformerà in un costoso abbonamento ricorrente al termine del processo.

Il pulsante di prova gratuita è una tattica comune utilizzata per aumentare gli utenti. Sembra che se queste applicazioni vogliono rientrare in App Store, dovranno necessariamente disporre del prezzo dell’abbonamento.

Apple non ha commentato pubblicamente le sue politiche e non ha aggiornato i suoi guidelines di App Review da quando questo problema è tornato sotto i riflettori del pubblico. Tuttavia, la frase inclusa in un aggiornamento delle linee guida di giugno definiva chiaramente questo tipo di pratiche come non consentite:

“Le applicazioni che tentano di ingannare gli utenti nell’acquisto di un abbonamento con false pretese o in pratiche di esca e interruttore saranno rimosse dall’App Store e potresti essere rimosso dal Programma per gli sviluppatori Apple.”

Albert Renshaw ha pubblicato uno screenshot del nuovo rifiuto della sua applicazione su Facebook.

Ha anche incluso uno screenshot dell’applicazione prima che venisse rimosso dal negozio. Possiamo vedere come il pulsante di prova gratuita verde brillante domina tutto il resto dello schermo dei pagamenti. Il costo reale dell’applicazione, $ 4,99 a settimana, viene visualizzato in un testo molto più piccolo sotto il pulsante.

Dovrebbe essere relativamente semplice per Apple ridurre gli abusi del sistema di abbonamento, semplicemente cercando app con livelli di sottoscrizione elevati che stanno guadagnando molte entrate.

Anche “Gestisci Iscrizioni” è sepolto nel design attuale di iOS. Questo potrebbe essere migliorato per rendere più facile per gli utenti sapere cosa stanno pagando.

Fonte: 9to5mac

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *